Papa Francesco arriva in Thailandia «Proteggere donne e bambini dagli abusi» (Corriere della Sera, 20 /11/019)


Francesco comincia la sua visita in Thailandia con un discorso rivolto alle autorità civili, parla del «flagello» dello sfruttamento minorile e del turismo sessuale nel Paese ma in tema di migrazioni, «uno dei principali problemi morali da affrontare per nostra generazione», sillaba considerazioni rivolte al mondo intero: «La crisi migratoria non può essere ignorata.” Papa ha  anche espresso «riconoscenza» al governo thailandese per gli «sforzi visti a estirpare il «flagello» che ha fatto della Thailandia una delle mete del turismo sessuale. Rispetto ai decenni scorsi, la situazione è migliorata, ma il «male» resta: «Penso a quelle donne e a quei bambini del nostro tempo che sono particolarmente feriti, violentati ed esposti ad ogni forma di sfruttamento, schiavitù, violenza e abuso.  E questo nel Trentesimo anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.