Un commento di Terre des hommes presente adesso in Ukraina. (2/3/022)


Ho ancora davanti agli occhi i video strazianti di genitori che rimangono a combattere e che abbracciano i propri bambini mentre cercano di mandarli in un posto sicuro. Di piccoli che stringono i loro peluches nei rifugi sotterranei, nella metropolitana, mentre cercano di far passare ore interminabili. Di fratellini che si tengono la mano ma hanno gli occhi terrorizzati perché nessuno, neanche mamma e papà, sanno dove è meglio andare in questo momento (Anna). Gli avidi occhi dei trafficanti saranno già puntati su di loro? (NdR)